Riapertura centri estivi: le regole

I centri estivi per bambini e ragazzi potranno riaprire. Sono state infatti emanate le regole per la riapertura dei centri estivi insieme all’ordinanza del Ministero della Salute del 21 maggio 2021

I punti trattati nel documento sono numerosi e vengono ribadite le regole generali per il contenimento del virus Covid-19: indossare sempre la mascherina, igienizzarsi frequentemente le mani, mantenere una distanza di almeno 1 metro, non togliersi la mascherina per tossire o starnutire.

Vediamo nello specifico quali sono per la riapertura dei centri estivi le regole che valgono sia per il pubblico che per il privato.

Riapertura centri estivi, le regole per i gestori e gli operatori

Le regole che i gestori degli spazi dedicati ai centri e campi estivi devono rispettare vanno dal controllo degli ingressi, all’obbligo di usare piatti monouso possibilmente fatti con materiale riciclabile; dalle norme per il pernottamento alla cartellonistica da apporre alle pareti.

Di seguito le principali regole:

- L’accesso alle attività deve avvenire tramite prenotazione. Il gestore dello spazio deve comunicare preventivamente le attività e le modalità di prenotazione.

- Gli ingressi devono essere scaglionati. Per l’uscita e per l’entrata devono essere previsti punti di accoglienza.

- Devono essere privilegiate le attività in spazi all’aperto a quelle al chiuso.

- Il numero massimo di partecipanti deve essere stabilito in maniera che sia possibile il pieno rispetto delle regole per il contenimento del virus.

- Se le attività sono svolte al chiuse, devono esserci sistemi di aerazione idonei.

- Le superfici devono essere pulite e igienizzate di frequente.

- Devono essere predisposti dei segnali e dei messaggi atti a ricordare il comportamento da tenere

Centri estivi riaperture

Anche chi lavora all’interno del centro estivo, sia che sia assunto sia che sia un volontario, deve rispettare e far rispettare alcune regole come indossare sempre le mascherine. Particolare attenzione deve essere posta quando ci si trova in spazi chiusi o quando non è possibile assicurare il distanziamento minimo di 1 metro.

L’obbligo della mascherina vale anche per i ragazzi/e e i bambini/e al di sopra dei 6 anni a meno che non  abbiamo delle patologie che lo rende non possibile o pericoloso.

Pernottamento: le regole

Le linee guida appena emanate autorizzano l’organizzazione di campi estivi con pernottamento. In questo caso deve essere garantito il distanziamento dei letti di almeno 1 metro, il rispetto delle regole da parte di chi pernotta, il controllo della temperatura quotidiana, la pulizia approfondita e quotidiana degli spazi.

Campi estivi casi di Covid: le regole

Come ci si deve comportare in caso si sospetti che uno dei ragazzi/bambini o degli operatori abbia contratto il Covid-19?

Le regole per la riapertura dei campi estivi prevedono che essi abbiano un’area dedicata dove mettere una persona che si sospetti abbia il Covid. Se si tratta di un operatore egli dovrà tornare alla sua residenza e contattare il medico di medicina generale; nel caso si tratti di uno degli ospiti minorenni dovranno essere contattati subito coloro che se ne prendono cura.

Per favorire l’attività di tracciamento di un eventuale contagio, il gestore deve prevedere un registro di presenza di chiunque sia presente alle attività. Il registro deve essere mantenuto per 14 giorni.

Inoltre ogni centro estivo deve avere responsabile Covid-19.