Ristoranti al chiuso e fine obbligo mascherine all’aperto: l’Italia torna alla normalità

A piccoli lunghi passi l’Italia sta tornano alla normalità: il 21 giugno è la data attesa in cui in tutto il Paese le restrizioni saranno realmente allentate. Non ci sarà però ancora la fine dell’obbligo delle mascherine all’aperto o in alternativa di un DPI.  Tale obbligo rimane fino a quando non si avranno 30 milioni di vaccinati con una dose e 20 milioni con la seconda. A dirlo il sottosegretario Sileri che ritiene possibile che questo accada a luglio.

Intanto per le tre regioni bianche, Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, tutte le attività hanno ripreso a funzionare dal 1 giugno e la fine del coprifuoco è arrivata.

Dal 7 giugno, in zona gialla, il coprifuoco è fissato dalle 24 alle 5 del mattino e dal 21 giugno sparirà definitivamente.

Nella Provincia Autonoma di Trento vi è stato un anticipo rispetto al cambio di colore. Anche qui infatti dal 1 giugno il coprifuoco è passato alle 24, ma permane l’obbligo di mascherine sia al chiuso che all’aperto.

Riapertura attività e fine obbligo mascherine

Cosa significa ripresa della normalità? Di seguito un rapido elenco dei cambiamenti che dal 1 giugno sono già avvenuti in alcune regioni.

Il coprifuoco passa dal ore 22:00 alle 24:00

I ristoranti possono servire anche al chiuso sia a pranzo che a cena

Obbligo al chiuso di indossare le mascherine ogni volta ci si alzi dal tavolo. La fine dell’obbligo delle mascherine non è ancora giunta

Non più limite di 4 persone per tavolo

Possibilità di consumazione al bancone del bar

Obbligo di indossare le mascherine ogni volta ci si alza dal tavolo. La fine dell’obbligo delle mascherine non è ancora giunta

Rimane l’obbligo del distanziamento dei tavoli di almeno 1 metro

Fine obbligo mascherine

Nelle Regioni bianche, vi è un anticipo anche delle riaperture previste per il 1 luglio. Porte aperte per: piscine al chiuso, centri termali, centri ricreativi e sociali, corsi di formazione pubblici e privati, bingo, casinò, sale giochi e discoteche aperte, ma per la sola ristorazione. Via libera anche ai ricevimenti per i matrimoni e feste.

Fine obbligo mascherine all’aperto: da quando

L’obbligo di indossare le mascherine chirurgiche o un DPI persisterà anche in estate per i luoghi al chiuso. La fine dell’obbligo delle mascherine all’aperto si avrà con molta probabilità in estate. Persiste comunque la raccomandazione di mantenere la distanza di sicurezza e igienizzarsi le mani frequentemente.

Seppure la situazione epidemiologica è migliorata, tuttavia il rischio che si torni a uno stato di emergenza è sempre presente. 

Negli Stati Uniti dove le misure di sicurezza si sono allentate un articolo, pubblicato dal New York Times, ha messo in evidenza come degli oltre 700 esperti intervistati, l’80% abbia dichiarato la necessità di non dare il via alla fine dell’obbligo delle mascherine al chiuso per almeno per un altro anno.  Inoltre si gli esperti intervistati, raccomandano di continuare l’obbligo delle mascherine anche all’aperto in caso concerti ed eventi che coinvolgono un gran numero di persone.

CONDIVIDI SU: