Teatri e concerti: il Decreto legge stabilisce la riapertura

Con l’arrivo della bella stagione è cresciuta la voglia di passare del  tempo all’aria aperta, ma anche quella di tornare a godere di concerti e spettacoli dal vivo dopo tanti mesi di divieti. Cosa dice l’ultimo Decreto Legge (DECRETO-LEGGE 22 aprile 2021, n. 52 ) sull’argomento?

Vediamo insieme le regole per i gestori e per i fruitori.

Decreto Legge e spettacoli dal vivo

Come stabilito dal Decreto-Legge 22 aprile 2021 n.52, il 26 aprile in zona gialla sono stati riaperti al pubblico, teatri, sale concerto e live club.

Dopo l’ultimo monitoraggio sull’andamento epidemiologico, dal 24 maggio tutta l’Italia sarà gialla con qualche regione bianca. Vediamo quindi cosa accade per teatri, cinema, concerti e live-club. 

Le Regole da seguire:

 - I posti a sedere devono essere preassegnati

 - La distanza tra i posti a sedere deve essere di almeno un metro l’uno dall’altro.

 - La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

L’ultimo Decreto Legge per quanto riguarda i concerti e in genere gli spettacoli dal vivo stabilisce inoltre che: “In relazione all'andamento della situazione epidemiologica e alle caratteristiche dei siti e degli eventi all'aperto, può essere stabilito un diverso numero massimo di spettatori, nel rispetto dei principi fissati dal Comitato tecnico-scientifico, con linee guida idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.”

Tra le diverse linee guida che si possono prevedere, a seconda di specifici eventi, vi è l’obbligo di accesso solo se in possesso delle certificazioni verdi COVID-19.

Decreto legge

Decreto Legge: le regole per il pubblico

Nel Decreto-Legge 22 aprile 2021 n.52 non si fa esplicito riferimento alle regole che deve seguire il pubblico di sale da concerto, cinema, teatri, ma si legge che “non è comunque consentita l’attività di ballo”.

Il comportamento che il pubblico dovrà tenere mentre assiste a uno spettacolo dal vivo sia al chiuso che all’aperto rientra in quelle che sono le regole generale per la lotta alla prevenzione della diffusione del virus.

 - Obbligo di indossare la mascherina

 - Distanziamento di almeno 1 metro

 - Igienizzazione delle mani  frequente

Decreto-Legge: discoteche

Le discoteche continuano a rimanere chiuse.

Anche se qualcosa potrebbe cambiare a seguito dell’esperimento, ancora in fase di approvazione dal governo, ma che ha già ricevuto l’ok da Comune e Prefettura, proposto dai proprietari di una delle discoteche più famose d’Italia. I proprietari della discoteca Fabrique di Milano, infatti, hanno ideato un esperimento che dovrebbe coinvolgere 2.500 persone: una serata in discoteca al chiuso con tutti testati.

I partecipanti all’evento dovranno rispettare alcune regole: prenotazione anticipata del biglietto via web; presentazione all’ingresso del locale dell’esito del tampone molecolare eseguito al massimo 36 ore prima o del certificato vaccinale; uso della mascherina durante tutta la serata.

Gli aderenti, inoltre, dovranno poi ripetere il test Covid dopo una settimana dall’evento.

CONDIVIDI SU: